. marrobbio-a-lampedusa
 BACK   ...the right site for fishing lovers
MARROBBIO A LAMPEDUSA

Lampedusa - Venerdi 12 Maggio 2017

Marrobbio a Lampedusa, in nottata colpo al cuore dell’isola

La natura, tanto benevola con l’isola, sa essere altrettanto crudele con gli isolani.
In particolare con i pescatori, indissolubilmente legati al mare, colpiti questa notte da un fenomeno tanto raro quanto devastante: il Marrobbio. Un fulmineo sbalzo di maree che di fatto prosciuga interi tratti di mare per poi ricoprirli con forti ondeggiate. Va da sé che tutto ciò che si trova nei paraggi – imbarcazioni, pontili – viene spazzato via.
È quello che è successo stanotte appunto, nella zona di porto guardacaso più riparata, che va dal Belvedere fino alla Salina (dove si trova il campo sportivo).
Ancora incalcolabili i danni in queste prime frenetiche ore in cui si cerca di fare il possibile per recuperare il recuperabile e trovare la forza di andare avanti per chi, in una manciata di ore, ha perso anni di sacrifici e duro lavoro.
Danneggiate anche imbarcazioni da diporto e una motovedetta dei carabinieri, ma per fortuna non risulta nessun ferito.
Agli uomini di mare che hanno perso tutto – e alle loro famiglie – va la nostra unione, con ogni buon sentimento utile a ritrovare la rotta.

Cos’è il Marrobbio

Il marrobbio è una repentina, imprevedibile e sensibile variazione del livello del mare. Questo fenomeno può assumere notevoli proporzioni (sono stati registrati movimenti di 150 centimetri) soprattutto in primavera ed in autunno, mentre è raro in estate.
Il tratto di mare interessato dà letteralmente l’impressione di gonfiarsi a dismisura, provocando anche allagamenti, per poi essere immediatamente risucchiato.
È davvero molto raro, a Lampedusa non si verificava da un paio di decenni, e per questo praticamente impossibile da prevedere, anche se le condizioni meteorologiche che lo precedono sono una totale calma piatta e un cielo insolitamente grigio.